Quando è una buona idea usare il viola nei nostri interni? Che significato ha questo colore?

Dopo gli articoli sui colori primari rosso, blu e giallo, e sul secondario verde, arriviamo oggi alla teoria del colore più magico di tutti: il viola. Come visto nell'ultimo articolo sulle tendenze dell'arredamento per il 2024, però, il viola non è un colore che fa moda ultimamente, nonostante sia comunque presente nei sottotoni e nelle nuance della famiglia dei blu. Che faccia tendenza o meno, il viola è un colore fondamentale per la teoria del colore, quindi vediamo ora insieme che significato può avere e come è meglio abbinarlo nei nostri interni.

Il viola esprime creatività, amore, concentrazione, meditazione e, come già detto, magia. Si tratta della combinazione dei colori primari rosso e blu, quindi eredita caratteristiche importanti da entrambi, non a caso è stato a lungo associato alla regalità, all'imponenza. Come per altri colori, anche questo è visto e percepito in modo differente nel mondo, se in Europa è regale o religioso, in Thailandia è il colore del lutto, in Giappone, invece, è legato alla longevità. Nel mondo dello spettacolo e del teatro è un colore che porta sfortuna, quindi non viene praticamente mai usato! Ma sai la motivazione? Nel Medioevo, durante la Quaresima (era già in uso il colore viola), in città erano vietate le rappresentazioni e gli spettacoli pubblici, di conseguenza, per le compagnie teatrali e per chi viveva facendo l’attore era difficile guadagnarsi il pane. In cromoterapia ha diversi effetti sull’organismo: stimola la produzione di globuli bianchi, la milza, lo sviluppo osteo-scheletrico, ottimizza anche il rapporto sodio-potassio e combatte i disturbi della vescica e dei reni. E’ utile contro sciatalgie e nevralgie, è attivo contro eczemi, psoriasi e acne. Depurativo del sangue, rallenta l’attività cardiaca e favorisce la microcircolazione cerebrale, per questo motivo viene utilizzato per contrastare la calvizia, cellulite, infezioni, vene varicose e modera l’appetito.

Come è meglio utilizzarlo negli interni? Il viola lavanda o il lilla sono colori definiti romantici e rilassanti, perfetti per camere, bagni e soggiorni luminosi. È il colore per eccellenza dello stile provenzale, grazie al rimando istantaneo al colore dei fiori, può essere quindi facilmente abbinato al bianco, al crema e al verde salvia. Il viola scuro, grazie alla sua potenza, è utile per progetti lussuosi e dove è importante dare un senso di ricchezza. Non capita spesso, ma esistono camere d'albergo di lusso dove il viola è il protagonista!
Come per gli altri colori precedenti, il viola ha un complementare con cui si può giocare moltissimo nell'arredamento di interni, ossia il giallo nelle sue varie sfumature. Si possono armonizzare o contrastare completamente, in base a ciò che si vuole ottenere. Un viola più chiaro andrà bene con un giallo vivace o un ocra, uno più scuro sarà perfetto con un senape.

Hai trovato utile questo articolo? Vorresti avere tutte queste informazioni anche sugli altri colori? Seguici sui social e non perderti i prossimi articoli dedicati alla teoria del colore.